Pitti Uomo 95

Officine Creative: prossime tappe Milano, Los Angeles e Tokyo

Dopo l'approdo a Parigi, New York e Amsterdam con tre flagship, il brand marchigiano di calzature Officine Creative prosegue il percorso di internazionalizzazione e progetta nuove aperture. Il piano di espansione quinquennale punta a fare tappa a Milano, Los Angeles e Tokyo. Il marchio, che ha chiuso il 2018 a +30%, punta a ottimizzare l'offerta in base ai canali di vendita, con un occhio attento all'online.

«Il mercato estero rappresenta per noi il 90% del fatturato. Un segno distintivo della grande capacità comunicativa di un prodotto che fonda le sue radici nel distretto italiano della calzatura per eccellenza ma è al contempo espressione di grande espressione stilistica internazionale», dichiara Roberto di Rosa, ceo e direttore creativo del brand.

Con l'obiettivo di ottimizzare l'offerta di prodotto in base ai canali di vendita, Officine Creative sta definendo un piano di diversificazione che prevede la creazione di linee esclusive, sia per i monomarca, sia per il retail e i partner online. 

I numeri danno ragione alle scelte strategiche: il 2018 si chiude con un fatturato di 25 milioni di euro, in progress del 30% rispetto all’anno precedente, grazie a una significativa presenza della vendita sullo shop online: «Un risultato sorprendente, che ci permette di impostare un lavoro su due fronti in maniera continuativa e senza esclusioni di colpi. Il tradizionale sommato al digitale è il vero dna di Officine Creative», spiega Roberto di Rosa.

Nato nel 1998 a Montegranaro, in provincia di Fermo, Officine Creative fa capo al calzaturificio Duca del Nord, nato come laboratorio artigianale e divenuto un polo produttivo di calzature di alta qualità in pelle. La collezione si caratterizza per l'offerta di scarpe maschili e femminili e di accessori in equilibrio fra la tradizione delle lavorazioni e l'attenzione all'innovazione.

c.me.
stats