Premiati gli store più virtuosi

Lvmh contro il caro energia: patto con Hang Lung Properties per ridurre i consumi

Lvmh in prima linea per il risparmio energetico. Il colosso francese del lusso ha stretto un accordo di durata triennale con Hang Lung Properties di Hong Kong per ridurre i consumi.

Il partner cinese si impegna a diminuire l’utilizzo di energia del 18% entro il 2025 nei suoi 100 centri commerciali, soprattutto grazie alla decisione di spegnere le luci dei negozi al di fuori dell’orario di lavoro.

Lvmh non sarà da meno: misurerà e monitorerà il consumo di energia nei propri store, oltre a rifornirsi del 70% dei materiali non oltre una distanza di 500 chilometri. Un impegno che fa seguito al suo piano generale sul fronte energetico, annunciato lo scorso 15 settembre, che mira a tagliare i consumi del 10% in tutto il mondo entro ottobre 2023.

Lvmh possiede 97 negozi nella Cina continentale attraverso Hang Lung Properties. Antoine Arnault ha elogiato il gruppo di Hong Kong per aver lavorato in modo collaborativo: «Una realtà che condivide le nostre ambizioni ambientali e la convinzione che le partnership siano un potente motore di cambiamento positivo», ha dichiarato il responsabile immagine e ambiente di Lvmh, aggiungendo che ora si stanno cercando di concludere accordi simili anche negli Stati Uniti e in Europa.

La firma dell’intesa si è tenuta in occasione di Life 360 in Stores, evento con cui Lvmh ha premiato alcune maison del gruppo tra cui Dior, Hublot e Loewe, nonché i rivenditori multimarca Sephora, Dfs e Le Bon Marché, per le loro innovazioni nel miglioramento dell’impronta ecologica.

Tra i riconoscimenti anche quelli andati a due negozi italiani: Fendi per la sua boutique milanese (marchio vincitore nella categoria Indoor air quality) e Berluti per l’Interior design.

a.t.
stats