Prima bozza di calendario

A Milano Moda Donna debuttano Tomo Koizumi e Avavav. Assente Versace, torna Iceberg

A poco meno di un mese dal debutto della Milano Fashion Week, in programma dal 21 al 27 febbraio prossimo, il calendario provvisorio della manifestazione del womenswear vede un totale di 56 sfilate fisiche e cinque digitali, a fronte delle 61 fisiche e sei online dello scorso settembre.

Tra i debutti, oltre a quello già annunciato dello stilista giapponese Tomo Koizumi supported by Dolce&Gabbana (domenica 26 febbraio), la Camera della Moda preannuncia l’esordio in calendario del marchio fiorentino Avavav, presente con una sfilata online il 27 febbraio.

Tra i grandi assenti spicca invece Versace, latitante anche dal calendario di Milano Moda Uomo. La maison della Medusa sfilerà il prossimo 10 marzo a Los Angeles con la sua Fall-Winter 2023 uomo e donna.

Si segnala anche l'assenza di Luisa Beccaria e Boss e di altri nomi come Ac9 e Cormio, sotto i riflettori alle precedenti edizioni.

Tra le novità, spicca anche la rentrée di Iceberg since 1974, che apre le danze il 22. Seguiranno Antonio Marras, Daniela Gregis, Diesel, Fendi, Del Core, Marco Rambaldi, Alberta Ferretti, Nº21, Roberto Cavalli, Etro e Onitsuka Tiger.

Il 23 sarà la volta di Max Mara, Genny, Calcaterra, Anteprima, Prada, MM6 Maison Margiela, Budapest Select, Emporio Armani, Blumarine, Moschino e Gcds.

Venerdì 27 apre la tornata Tod’s, seguito da Act Nº1, Sportmax, Philosophy di Lorenzo Serafini, Gucci, Cormio, Andreadamo, Sunnei, Vivetta e Jil Sander.

Sarà Ferrari a dare lo start il 25 febbraio, giornata in cui sfileranno poi anche Ermanno Scervino, Ferragamo, Dolce&Gabbana, Stella Jean, Msgm, Bally, Missoni, Tokyo James, Han Kjobenhavn, Bottega Veneta e Philipp Plein.

Apre la domenica 26 febbraio Shuting Qui, poi seguito da Hui, Tomo Koizumi, Luisa Spagnoli, Annakiki, Vitelli, Giorgio Armani, Elisabetta Franchi, Aniye Records, Francesca Liberatore e Atsushi Nakashima.

Per quanto riguarda gli show digitali, il primo sarà quello di We Are Made in Italy (Wamy) il 22 febbraio, mentre la kermesse si chiuderà il 27 febbraio con quelli di Münn, Avavav, Husky e Laura Biagiotti.

Nella foto, un'immagine della Spring-Summer di Prada

c.me.
stats