primi dati da Pitti Uomo

Presenze record in Fortezza

Giunto alla terza giornata, Pitti Uomo (che si chiuderà domani, 15 gennaio) alle 12 di oggi (14 gennaio) ha già registrato 23mila compratori (+5%), di cui 8.150 esteri (+2,5%) e quasi 15mila italiani (+8%).

 

«Il forte successo in termini di presenze - informa una nota - è trainato dagli aumenti di Germania, Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia (che aumenta nei negozi e conferma i numeri delle persone), Giappone, Spagna, Olanda e l’insieme dei paesi del Nord Europa, ossia Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia, a cui potremmo aggiungere gli ottimi risultati di Irlanda, Islanda e dei Paesi Baltici».

 

Oltre al nostro continente e agli Usa, buone performance vengono messe a segno per il momento da Corea, Taiwan, Australia e Messico.

 

In termini assoluti si confermano tra le prime 15 posizioni mercati strategici come Cina e Hong Kong, Russia e Turchia, che però, per motivi legati alle situazioni geo-politiche dei Paesi di riferimento, hanno fatto registrare leggeri cali rispetto alle ultime edizioni.

 

stats