SEGNI DI RIPARTENZA NELL’EPICENTRO DEL VIRUS

Uniqlo riapre oltre 100 negozi in Cina e riprende le attività con i fornitori

Nuovi segnali di distensione dalla Cina, epicentro del coronavirus. Uniqlo, brand nell’orbita di Fast Retailing, ha annunciato di aver riaperto oltre 100 store nei territori del Dragone nell’ultima settimana. Circa 125 resteranno invece con le serrande abbassate: un provvedimento preso nelle scorse settimane, dopo lo scoppio dell’epidemia.

Il marchio giapponese, che ha una forte esposizione nell’ex Celeste Impero con 750 negozi e numerosi façonisti (si parla di 128 fornitori su un totale di 242 a livello globale), ha anche reso noto che «la maggior parte dei partner hanno riavviato le attività, anche se non tutti i lavoratori sono tornati al loro posto».

«Mentre Uniqlo prosegue l'espansione in nuovi mercati, come Europa e Asia, la Greather China - Cina continentale, Hong Kong e Taiwan - e il Sud-est asiatico continueranno a fungere da pilastri chiave della sua crescita aziendale», ha sottolineato un portavoce (nella foto, il global store di Uniqlo a Shanghai).

a.t.
stats