Il momento d'oro della via

Moncler pronto a pagare 6 milioni l'anno per uno store sugli Champs-Elysées

Continua la metamorfosi degli Champs-Elysées. La via parigina, lunga circa due chilometri, sta vivendo un momento d'oro dal punto di vista del retail real estate: nel 2019 si sono registrate new entry importanti come Apple, Galeries Lafayette e Dior, e anche il 2020 si preannuncia altrettanto scoppiettante con l'arrivo, già annunciato, di Nike e quello di Moncler, pronto a conquistare uno spazio a pochi metri dall'Arco di Trionfo.

 

Secondo quanto riferito da textilwirtschaft.de, il marchio del galletto, protagonista della cronaca finanziaria per una possibile acquisizione da parte di Kering, sarebbe pronto a staccare un assegno da 6 milioni di euro l'anno per lo spazio da 1.000 metri quadrati, attualmente occupato da Nespresso.

 

Cifra non è stata confermata dall'azienda, che invece confermato di aver firmato un contratto di locazione per quello che sarà, come ricorda textilwirtschaft.de, il quarto negozio monomarca a Parigi. Il canone d'affitto, per quanto stellare, è giustificato dalla posizione strategica della location, in un angolo molto visibile nella parte di maggior valore degli Champs-Elysées - la più visitata in Europa, con 100 milioni di visitatori l'anno -, che giustifica l'ammontare della transazione.

an.bi.
stats