Raddoppiata la base d'asta

Santoni: quasi 600mila euro all'anno per 60 metri quadri in Galleria a Milano

Con un’offerta di 589mila euro di canone annuo, Santoni si è aggiudicato il negozio di 60 metri quadrati vicino all’Ottagono della Galleria Vittorio Emanuele II, in precedenza occupato da Nara Camicie.

«È stata raddoppiata la base d’asta (che partiva da 289mila euro, ndr) per la prima gara dopo il lockdown - afferma l’assessore al Demanio, Roberto Tasca - ed è un buon sintomo per Milano, perché significa che l’attrattività non si è esaurita. C’è voglia di ripartire».

La notizia dell'aggiudicazione dello spazio arriva nel giorno in cui Santoni ha presentato la nuova collezione SS21. Il brand si è accaparrato il negozio dopo cinque rialzi ad un minimo di 50mila euro, nel corso dell'asta a cui hanno partecipato altri marchi, tra cui Porsche Design Italia srl (il marchio di abbigliamento e accessori legato alla casa automobilistica tedesca), Piquadro e Sergio Rossi. 

Il bando era stato aperto all'inizio di quest'anno, ma la scadenza era stata prorogata nel rispetto delle disposizioni per il contenimento dell'emergenza sanitaria.

Il marchio di calzature avrà la gestione dello spazio per 18 anni - come previsto da tutti i bandi nel "salotto buono" di Milano - e dovrà occuparsi dell'intera manutenzione della location.

an.bi.
stats