il bilancio del salone

Expo Riva Schuh e Gardabags chiudono con oltre 12 mila visitatori da 111 Paesi

Expo Riva Schuh e Gardabags si confermano un hub internazionale di business per il comparto di volume, con un'offerta integrata di calzature e accessori.

Durante la quattro giorni dei saloni delle calzature e della pelletteria di Riva del Garda sono intervenuti più di 12mila visitatori da 111 Paesi, soddisfacendo le aspettative degli organizzatori.

«Abbiamo accolto un pubblico selezionato di professionisti, che ha recepito positivamente la novità di Gardabags, per la prima volta all’interno del quartiere fieristico al padiglione D; un valore aggiunto nel layout delle manifestazioni, sul quale continueremo a lavorare per dare sempre più spazio a un’offerta integrata e di qualità di calzature e accessori», afferma il presidente di Riva del Garda Fieracongressi, Roberto Pellegrini.

Il padiglione D, spazio multifunzionale di network ed eventi, è stato dunque la rivelazione di questa edizione. Infatti il 35% dei professionisti registrati a Expo Riva Schuh ha segnalato l’interesse a visitare Gardabags: un dato in aumento rispetto alle edizioni passate, come afferma Carla Costa, responsabile dell'Area Fiere di Riva del Garda Fierecongressi. E aggiunge: «Siamo soddisfatti dei passi avanti fatti, per una manifestazione che vuole crescere e dare sempre più spazio a una produzione di borse e accessori in pelle di qualità».

Non è mancato, come annunciato, un occhio di riguardo verso la sostenibilità, attraverso i talk di Lars Doemer, direttore e co-fondatore di GoBlu, società internazionale di servizi e acceleratore di sostenibilità per aziende del sistema moda, che rimarca il concetto di trasparenza all’interno di un percorso coerente di consapevolezza all’interno della supply chain.

Giovanni Laezza, direttore generale di Riva del Garda Fierecongressi, ha affermato: «La sostenibilità è oggi un’opportunità concreta di tutela per il pianeta, ma anche uno strumento indispensabile per essere competitivi a livello internazionale. Come Riva del Garda Fierecongressi, l’unico ente fieristico italiano con la certificazione ISO 20121 per i Sistemi di Gestione Sostenibile degli Eventi, ci impegniamo a migliorarci per ridurre il nostro impatto sull’ambiente insieme ai nostri stakeholder».

Infine Tiziano Guardini, fashion designer particolarmente attento all'aspetto etico e sostenibile della moda, ha portato la sua testimonianza sulle scelte responsabili dal punto di vista della creatività.

Sempre più marchi hanno proposto nelle loro collezioni modelli a basso impatto ambientale, con materiali di origine naturale o di recupero. Per le calzature, ad esempio, si prediligono il cotone organico per le tomaie e materiali come la gomma riciclata o naturali come il caucciù, fino ad arrivare alle calzature vegane.

Per le borse invece sono protagonisti rattan, paglia, tessuti e inserti di elementi naturali, come pietre e conchiglie.

Quattro i grandi macro trend visti in fiera: Play & fun, Unconventional Shape, Functionality e New Materials.

Per la donna, si impongono le sneaker platform e i tacchi importanti con dettagli preziosi, ma anche ciabatte beach style con texture croco e dettagli glitter, pattern pitonati e colori fluo, per un look revival anni ’90.

Per quanto riguarda l’uomo, si segnala un ritorno a mocassini e stringate ma rivisitati in chiave comoda, con pellami di qualità e materiali naturali.

Per il bambino le proposte rispecchiano i trend uomo e donna, declinati in uno stile colorato e giocoso.

Il prossimo appuntamento con Expo Riva Schuh e Gardabags è dall’11 al 14 gennaio 2020. 

a.s.
stats