ricerche

Milano concentra oltre il 20% dei ricavi della moda italiana

Con oltre 13mila imprese attive (tra produzione, commercio e design) il business della moda a Milano continua a crescere: +0,7% nel 2017, come stima la Camera di Commercio in un report diffuso a pochi giorni dalla fashion week.

 

Le realtà milanesi hanno un giro d’affari che supera i 21 miliardi di euro e danno lavoro a 91 mila addetti. La capitale del ready-to-wear rappresenta una quota del 6% del fashion italiano, in termini di imprese, e l’11% a livello di addetti. Supera il 20% la quota dei ricavi.

 

Stando ai numeri del Servizio Studi, Statistica e Programmazione della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi (su dati del Registro delle imprese e Aida - Bureau van Dijk), in Lombardia sono attive 34 mila imprese, che danno lavoro a 192mila addetti e raggiungono circa 35 miliardi di euro di ricavi.

 

La Regione totalizza il 15% delle imprese italiane della moda e il 23% degli impiegati del comparto. Dopo Milano, vengono nell'ordine Brescia (3.876 imprese e 15 mila addetti), Bergamo (3.365 imprese e 18 mila addetti), Varese (3.285 imprese e 16 mila addetti), Como (2.533 imprese e 16 mila addetti) e Monza Brianza (2.335 imprese e 9 mila addetti). Oltre a Milano, crescono Sondrio (+1,4%) e Monza Brianza (+0,4%).

 

Su scala nazionale si contano 224mila aziende con 846mila addetti, per un business stimato a 110 miliardi. La manifattura del tessile, abbigliamento, pelletteria e calzature supera le 82mila imprese, il design quasi 18mila e il commercio oltre 120mila.

 

Napoli (con 21mila attività), Roma (15mila) e Milano (13mila) sono le maggiori città per numero di fashion company. Firenze e Prato sono prime se si contano le imprese specializzate del manifatturiero (circa 6.500 ciascuna), mentre Napoli e Roma sono le maggiori a livello di esercizi commerciali (rispettivamente circa 15.600 e 11.400 imprese).

 

Milano e Torino sono in cima alla lista per il design, rispettivamente con 1.900 e 1.200 imprese. Il capoluogo lombardo è anche primo per giro d’affari con oltre 21 miliardi, seguita da Vicenza e Firenze con circa 7 miliardi l’una.

 

stats