Sanzioni anche per Lvmh e Chanel

L’antitrust francese multa Luxottica

L'Autorità Garante della Concorrenza francese ha inflitto una sanzione di oltre 125 milioni a Luxottica (Gruppo EssilorLuxottica) per avere imposto agli ottici in Francia i prezzi al dettaglio e per aver impedito loro la vendita su Internet.

Come riporta
Il Sole 24 Ore Radiocor Plus anche Lvmh e Chanel sono stati multati rispettivamente di 500mila e 130mila euro, il primo per gli stessi motivi indicati per il gruppo dell’occhialeria, il secondo per il solo divieto di vendita online. Queste pratiche scorrette hanno colpito insegne di ottica del territorio come Alain Afflelou, Krys, GrandVision e Optical Center.

Secondo l'Antitrust d’Oltralpe «tra il 2005 e il 2014 Luxottica diffondeva ai distributori prezzi “consigliati” e li incoraggiava a mantenere un certo livello di prezzo al dettaglio per i suoi prodotti» tra cui gli occhiali a marchio Chanel (nella foto), Ray Ban, Oakley, Prada, Burberry, Bulgari, Dolce & Gabbana, Armani, Michael Kors, Miu Miu e Ralph Lauren».

Inoltre il gruppo ha concluso contratti di distribuzione «interpretati come divieto di sconti e promozioni nella vendita al dettaglio» e «ha imposto ai distributori restrizioni per la pubblicità sui prezzi, monitorandoli».

«Gli ottici che si ostinavano a ignorare i messaggi di Luxottica hanno subito misure di ritorsione», ha rilevato l'Antitrust, aggiungendo che i contratti di licenza e rivendita «vietavano la vendita online di occhiali da sole e montature da vista».

e.f.
stats