Shopping experience

Suistudio è sempre più “su misura” con Salesforce

L’olandese Suitsupply punta su un servizio al cliente personalizzato anche con il business al femminile Suistudio, che sta espandendo la rete di negozi fisici.

Suitsupply, marchio di menswear di impronta sartoriale, ha lanciato la donna circa due anni fa. Da allora con Suistudio si sta affermando online ma anche offline. A oggi il womenswear conta tre negozi in Europa, uno a Shanghai e due a New York City.

Gli Usa sono l'area più performante, ma nel 2019 è in programma un’ulteriore espansione in Europa, come anticipano dalla boutique di Milano - aperta di recente in corso Monforte (nella foto), e in accelerazione oltre le aspettative, grazie anche al continuo flusso di stranieri. Qui oggi (24 ottobre) in mattinata si è tenuto un in-store tour, che voleva dimostrare come anche l’esperienza in negozio può diventare tailor made con il digital.

Nello specifico, è grazie alle nuove soluzioni Salesforce se lo store manager può suggerire alla cliente, preregistrata online o in negozio, una nuova proposta in linea con i suoi gusti: infatti la piattaforma della società californiana di cloud computing ha in memoria, come fosse un vero e proprio guardaroba, i precedenti acquisti di capi Suistudio online e offline.

La shopper può esserne informata anche via whatsapp o posta elettronica. Tramite i canali digitali è più semplice segnalare l’arrivo di un articolo cercato in precedenza e non disponibile, ma anche inviare gli auguri di buon compleanno a una cliente affezionata, personalizzare i messaggi a seconda che si tratti di un’habitué o di chi non acquista da qualche tempo o anche chiedere un giudizio/voto sull’esperienza in store, per poterla costantemente migliorare. 

Di certo bisognerà abituarsi a vedere lo store manager o l’assistente alle vendite armato di tablet e smartphone. Del resto, questi piccoli dispositivi mobili stanno diventando delle mini-casse portatili, per evitare alle persone di fare la fila al momento del pagamento. In cambio si dovrà mettere da parte qualche dubbio sulla fornitura di dati riservati: tutti gli scontrini, infatti, vanno tassativamente inviati al cliente via e-mail.

e.f.
stats