Si apre una nuova fase per l’azienda

Scarpe&Scarpe: ok all’omologa del concordato dal Tribunale di Torino. Entra il fondo Rsct

Si conclude un percorso di risanamento che dovrebbe portare nuova linfa a Scarpe&Scarpe, realtà italiana del settore calzature, pelletteria, abbigliamento e valigeria. Il Tribunale di Torino infatti ha omologato la procedura di concordato preventivo in continuità aziendale dell’azienda piemontese nata nel 1961, che conta oltre 1.550 dipendenti e 137 negozi in 19 regioni d’Italia.

Il Tribunale ha autorizzato Scarpe & Scarpe a dare esecuzione a quanto previsto nella proposta e nel piano di concordato preventivo. Il decreto è stato emanato in assenza di opposizioni da parte degli aventi diritto, con l’87% dei voti favorevoli.

Si apre così una nuova fase nel percorso dell’azienda, essendo stata anche avallata l’esecuzione dell’accordo di investimento tra l’azionista Sagi Holding e il Fondo Rsct, che acquisirà una quota del 70% di Scarpe & Scarpe, mentre il restante 30% rimarrà di proprietà della famiglia Pettenuzzo, che ha fondato il marchio. Quest’ultima resterà nel nuovo board, che verrà nominato in seguito alla formalizzazione dell'accordo.

«L’omologa del concordato da parte del Tribunale di Torino sancisce la positiva conclusione di un complesso percorso portato avanti in questi ultimi due anni che ha visto società, management, azionisti e consulenti impegnati nel raggiungimento di questo importante obiettivo e permette di dare continuità e nuovo slancio a una storica realtà italiana del mercato calzaturiero», è il commento di Cristiano Portas, amministratore delegato di Scarpe & Scarpe.

Il cda ha contestualmente approvato il progetto di bilancio d’esercizio 2021. Un anno che, nonostante l’emergenza sanitaria, si è chiuso con risultati migliori rispetto alle stime, registrando al 31 dicembre 2021 un giro d’affari verso il pubblico di circa 220 milioni di euro, un ebitda negativo per 1 milione di euro e una cassa pari a 36 milioni di euro, superiore di circa 10 milioni alle attese del piano concordatario.

c.me.
stats