CIRCOLANO INDISCREZIONI

Global Fashion Group (Gfg): Ipo in vista per l'e-tailer dei mercati "high growth"

Dopo una trimestrale chiusa con vendite pari a 264,6 milioni di euro, +16,9% a cambi costanti, Global Fashion Group (Gfg) starebbe preparando lo sbarco in Borsa.

Come si legge su drapersonline.com, dall'inizio dell'anno la società specializzata nell'e-commerce di moda ha guadagnato un milione di nuovi clienti, portando il numero totale a 11 milioni. Nel terzo trimestre i nuovi ordini hanno messo a segno un +25%.

Fondato nel 2014 con il supporto della società svedese di investimenti Kinnevik - che controlla Zalando - e della tedesca Rocket Internet, Gfg si focalizza attraverso le sue sedi a Singapore e Londra sulle aree emergenti e a forte potenziale di crescita, attraverso una serie di piattaforme di vendita online: Dafiti (America Latina), Lamoda (Russia), Namshi (Medio Oriente, nella foto), Zalora (Sudest asiatico) e The Iconic (Australia).

Il sito Jabong, rivolto agli utenti indiani, faceva inizialmente parte del portafoglio ma è stato ceduto nel 2016 a Myntra, realtà in capo a Flipkart Group.

Attualmente Gfg è presente in 24 Paesi, impiega oltre 9mila persone e commercializza più di 3mila marchi. Le indiscrezioni su una possibile quotazione sono partite dai media tedeschi: pare che sia già stato un mandato ad alcune banche di investimenti, tra cui Morgan Stanley e Goldman Sachs, per un listing fissato indicativamente per marzo 2019.

Gfg punterebbe a una valutazione intorno a 1,8-2,5 miliardi di euro, secondo quanto riportato da Manager Magazin: una cifra superiore agli 1,5 miliardi indicati al 30 settembre scorso da Kinnevik, che detiene il 35%.

a.b.
stats