soddisfatti gli organizzatori

Expo Riva Schuh & Gardabags chiude a quota 2.700 visitatori

Soddisfatti gli organizzatori della 95esima edizione di Expo Riva Schuh & Gardabags a Riva del Garda: sono stati oltre 2.700 i visitatori del salone delle calzature e della pelletteria, provenienti da 79 Paesi nel mondo, a fronte di 406 aziende espositrici.

Gli operatori sono arrivati da tutta Europa - in particolare da Italia, Germania, Polonia, Spagna, Francia e Olanda -, ma anche da Russia, Canada, Stati Uniti e Taiwan. 

«In un momento in cui le esportazioni soffrono ancora dei blocchi imposti dalla pandemia - ha commentato Enrico Cietta, economista e presidente del Comitato Scientifico della manifestazione - partecipare a questa fiera significa agganciare la ripresa di quei mercati che per primi sono riusciti a uscire dalla crisi e intercettare nuovi clienti, che possano temporaneamente sostituire quelli ancora impossibilitati a viaggiare».

Una Market Survey realizzata dalla rassegna prevede maggiori flussi export all’interno dei continenti, a discapito di scambi commerciali tra Paesi più distanti: Cietta parla di «una cosiddetta globalizzazione di prossimità», di cui gli imprenditori devono tenere conto.

A far da contraltare alla kermesse fisica la piattaforma Digital Connection, attiva fino al prossimo 30 settembre. Durante la tre giorni le connessioni si sono impennate, supportando il business delle oltre 120 aziende presenti in forma virtuale.

«Questa edizione - ha commentato Roberto Pellegrini, presidente di Riva del Garda Fierecongressi - è per noi un traguardo molto importante e testimonia il coraggio non solo dell’intero sistema fieristico, ma anche la tenacia delle imprese e la forte motivazione all’acquisto dei singoli compratori che, in tutta sicurezza, hanno potuto far ripartire da qui il proprio business». Il salone tornerà alla ribalta dal 15 al 18 gennaio 2022.

Nella foto di Michele Lotti, compratori a Expo Riva Schuh
A cura della redazione
stats