Soddisfatto il general manager Lasbordes

Première Vision: 19.500 visitatori al suo primo digital show

Bilancio positivo per la prima volta di Première Vision in forma di digital show. Fra il 15 e il 16 settembre ha raccolto nella sua piattaforma digitale 1.675 espositori, con oltre 43mila referenze dedicate all’autunno-inverno 2021/2022.

Attratti 19.500 visitatori unici provenienti da circa 120 Paesi. Tra i più rappresentati, nell’ordine: Francia, Italia, UK, Spagna, Turchia, USA, Giappone, Germania, Olanda e Sud Corea.

Il salone parigino del mondo tessile ha rafforzato gli sforzi nella digitalizzazione negli ultimi mesi ma può avvantaggiarsi del fatto che il suo marketplace era attivo già dal settembre 2018. Ora sono stati introdotti nuovi tool e servizi come i cataloghi interattivi, la connessione facile fra fornitori e clienti, la pubblicazione di contenuti per decifrare le tendenze stagionali e costruire di conseguenza le collezioni (nella foto, un tessuto Marini Industrie inserito nel trend “ultra-softness”) e i digital talk sulle sfide dell’industria della moda, da seguire per poi condividere idee e informazioni.

«Le performance di questo primo appuntamento digitale sono incoraggianti e istruttive - afferma il direttore generale di Première Vision, Gilles Lasbordes -. Apprezziamo il coinvolgimento e la reattività del settore, che si è mobilitato intorno alla fiera virtuale ma allo stesso tempo non dimentichiamo l’importanza dell’esperienza fisica». Lasbordes dà ora appuntamento al febbraio 2021 e preannuncia che la fiera dedicata alla primavera/estate 2022 si presenterà in forma ibrida.

e.f.
stats