statistiche

I saldi partono aggressivi: subito sconti tra il 30% e il 40%

I saldi estivi 2018 partono con gli sconti medi più alti rispetto a quelli degli ultimi anni. Ad affermarlo è il Codacons sottolineando che la previsione  è confermata anche da Confesercenti, che stima riduzioni medie tra il 30% e il 40% del prezzo di cartellino sin dai primi giorni.

«In Sicilia e in Basilicata, dove i saldi sono già partiti, abbiamo registrato una politica più aggressiva da parte dei commercianti, con sconti medi decisamente più pesanti rispetto al passato - spiega il presidente Carlo Rienzi -. Senza dubbio i saldi estivi 2018 saranno quelli con gli sconti più elevati degli ultimi anni, ma nemmeno questo basterà a far ripartire le vendite».

Per il Codacons, la propensione all'acquisto da parte dei consumatori è infatti ancora bassa e solo gli outlet e le boutique del lusso registreranno da subito numeri positivi e presenze massicce, merito soprattutto ai turisti stranieri, in primis giapponesi, cinesi e russi, presenti in Italia in questo periodo dell'anno.

Per Rienzi la maggior parte degli italiani rimanderà lo shopping. In ogni caso sul lungo periodo i saldi di fine stagione deluderanno le attese, «con le vendite che per il Codacons si contrarranno mediamente del 5% sul 2017».

an.bi.
stats