Stima sulle perdite annuali raddoppiata a 90 mln $

I.T Group: fondatore forse amico di Pechino, furia dei manifestanti contro gli store a Hong Kong

I.T Group, realtà che gestisce diversi department store in Greater China e Giappone, oltre a essere partner distributivo di brand come Comme des Garçons, Dover Street Market e Galeries Lafayette, ha più che raddoppiato le stime sulle perdite nette annuali, da 300 a 700 milioni di dollari di Hong Kong (circa 90 milioni di dollari), il giorno dopo che i suoi negozi nell'ex colonia britannica hanno subito pesanti attacchi da parte dei manifestanti.

Come riporta wwd.com, il motivo di tanta rabbia, che si è tradotta nella distruzione delle vetrine del flagship di Causeway Bay e del negozio Comme des Garçons in Percival street, è che il fondatore e presidente di I.T Group, Sham Kar Way, è stato fotografato mentre partecipava a un evento organizzato dalla polizia ed è quindi in odore di simpatie per Pechino.

Una reazione analoga si è verificata quando Annie Wu - figlia del fondatore di Maxim's Group, partner di Starbucks - ha espresso il proprio dissenso nei confronti delle proteste.

Già a inizio aprile un comunicato di I.T Group sottolineava le perdite durante i mesi di gennaio e febbraio, anticipando risultati sotto le aspettative per il secondo semestre. Attualmente più del 90% dei punti vendita in Cina mainland sono stati riaperti, così come la totalità di quelli a Hong Kong e in Giappone.

a.b.
stats