stop causa covid-19, si studia format digitale

Panorama Berlin fa un passo indietro: niente edizione estiva

L'edizione estiva del salone Panorama Berlin, che avrebbe dovuto svolgersi all'aeroporto Tempelhof dal 30 giugno al 2 luglio prossimi, non si farà causa coronavirus.

Al suo posto, come ha annunciato in una lettera a espositori e altri addetti ai lavori il managing director Jörg Wichmann, gli organizzatori studiando un format digitale.

«Non potendo contare su una pianificazione sicura dell'evento nelle prossime otto-dieci settimane - scrive Wichmann - non abbiamo scelta. Questa è però anche un'opportunità per valutare possibilità costruttive di networking, in un momento in cui non ci possiamo incontrare fisicamente».

Non rimane che puntare sulla versione digitale, di cui si saprà di più intorno a metà aprile. Il managing director esorta gli imprenditori ad affiancarlo in questo nuovo progetto, «affrontando le sfide in modo agile, in base al motto "Act quickly, help quickly", oggi più che mai».

Recentemente la casa madre di Panorama Berlin, Panorama Fashion Fair Berlin GmbH, aveva avviato le procedure di insolvenza presso il Tribunale di Charlottenburg, ma nonostante le difficoltà Wichmann si era dichiarato ottimista sul futuro e soprattutto sull'appuntamento di fine giugno. Ma non aveva fatto i conti con un imprevisto della portata del Covid-19.

Resta ora da vedere cosa faranno le altre fiere protagoniste, nelle stesse date di Panorama, della Berlin Fashion Week, che comunque si colloca ben più in là del salone italiano Pitti Uomo (16-19 giugno), per ora confermato.
a.b.
stats