Strategie

Harmont&Blaine lancia il nuovo progetto digital con Giglio Group

La label del bassotto, Harmont&Blaine, spinge sul digital. Il marchio di abbigliamento affida, con un accordo in esclusiva, la gestione a livello internazionale dell’attività e-commerce e lo sviluppo di un programma di omnicanalità all’interno degli store di proprietà a Giglio Group, società specializzata nella progettazione e realizzazione di piattaforme IT, quotata in Borsa sul segmento Star dal 2018.

«Da tempo abbiamo puntato i riflettori sul digitale, registrando trend di crescita del .com importanti: +30% nel 2017 e +39% nel 2018, ma anche il 2019 sta performando estremamente bene con un online a +30% – commenta Paolo Montefusco, ceo di Harmont & Blaine –. Grazie al know-how del Gruppo Giglio puntiamo a un boost maggiore, non solo su web ma su tutta la rete vendita».

L’accordo prevede la gestione in completo outsourcing di tutte le fasi delle attività e-commerce e mira a customizzare l’esperienza di vendita dei consumatori. Grazie all’integrazione negli store di tool che connettono il virtuale con il negozio fisico, il brand inoltre migliorerà la shopping experience e l’efficienza nei mercati esteri, che rappresentano una fetta importante del core business online della label.

«La partnership con H&B rappresenta una sfida per la crescita e il consolidamento del posizionamento digitale del marchio - dice Alessandro Santamaria, managing director di Giglio Group -. Il primo step del progetto prevede il lancio del nuovo sito previsto per i primi di novembre. L’obiettivo è quello di incrementare le vendite in tutti i canali distributivi fisici e online, grazie anche a importanti logiche di crm».

c.bo.
stats