Strategie

Lvmh riduce i prezzi in Cina: una sforbiciata stimata fra il 3% e il 5%

Dal primo luglio la Cina ha tagliato i dazi alle importazioni e lo yuan si sta deprezzando (-5% da aprile contro il dollaro). Così Lvmh ha deciso di abbassare i prezzi.

Nelle stime riportate dai media locali, il gruppo del lusso avrebbe dato una sforbiciata fra il 3% e il 5%. Consultando il sito di e-commerce Louis Vuitton in Cina, si vede che la borsa Néonoé Monogram Canvas costa oggi 11.800 yuan (nella foto), dai 12.300 precedenti.

La riduzione è limitata ma potrebbe portare numerose altre griffe a imitare l'iconico brand francese secondo gli analisti cinesi.

La valuta cinese si sta indebolendo già da alcune settimane e martedì 3 luglio ha raggiunto i minimi a 11 mesi contro il dollaro (6.733 yuan per un dollaro). Secondo i trader, il trend resta ribassista a causa delle tensioni con gli Usa e delle revisioni al ribasso della crescita cinese.

La Repubblica Popolare aveva annunciato il taglio delle tariffe a fine maggio, diventato effettivo dal primo luglio. La riduzione, nell'ottica di espandere i consumi interni, è di oltre il 50%, dal 15,7% al 6,9%, e interessa circa 1.500 beni di consumo importati.

e.f.
stats