tendenze

Milano Unica: la cultura è il valore aggiunto per la spring-summer 2015

Presentate oggi al Piccolo Teatro Studio di via Rivoli, a Milano, le direction per la primavera-estate 2015 selezionate da Angelo Uslenghi, coordinatore della Commissione Stile di Milano Unica, che scandiranno la prossima edizione del salone italiano del tessile e degli accessori, in programma dall’11 al 13 febbraio 2014.

 

“La manualità, unita all’attenzione all’ecologia, crea cultura che, a sua volta, genera benessere”. Così Uslenghi ha spiegato alla stampa e agli operatori di settore perché il sapere è un asset da capitalizzare. Per questo motivo il ”valore aggiunto” della cultura (raffigurato da una mano e a un fiore fusi in una sorta di neo-camouflage, ideato da Luca Sacchi come logo della presentazione) è la filosofia della stagione primavera-estate 2015.

 

Da questo claim si dipartono i due trend principali: “smart basic” (nella foto, il logo) e “haute craft”. Il primo si focalizza sul basico che ha bisogno di essere rivitalizzato in maniera brillante e sofisticata; il secondo si orienta verso l’alto artigianato, quale espressione di cultura creativa. Come sempre, le direction raffigurano tutto l’arco produttivo presente in fiera, con nuovi colori, materiali, tessuti e accessori tessili.

 

Dopo i due orientamenti principali sono state mostrate le quattro gamme cromatiche (serenity, sparkling, sense e sharp) e i focus, che la prossima stagione verteranno sulla freschezza vegetale delle fibre naturali, sulle leggerezze estreme, sulle decorazioni pluridimensionali, sul minimal-chic di derivazione bio, sugli intrecci e sugli accessori, dove la manualità si unisce alle nanotecnologie.

 

A sancire l’importanza delle tendenze di Milano Unica è intervenuto anche Silvio Albini, presidente della manifestazione, testimoniando il successo riscosso dall’Area Trend dell’autunno-inverno 2014/2015, presentata per la prima volta alla recente edizione di Milano Unica Cina, a Shanghai dal 21 al 24 ottobre scorsi.

 

stats