tra i contributor salvatore aranzulla

TheOneMilano: con #WeAreTheOne fa community oltre la moda

Nick Zonna

La quinta edizione di TheOneMilano, il salone dell' "haut-à-porter" femminile in programma dal 22 al 25 febbraio a Fieramilanocity, si presenta come un winter garden in cui il business si intreccia con le esperienze emozionali immersive garantite dalla Re-Gen Lounge: uno spazio dove gli addetti ai lavori possono staccare la spina e il cui pezzo forte è un'apparecchiatura innovativa, progettata per ascoltare la musica non solo con l'udito, ma con tutto il corpo.

Un'oasi di relax in un mega hub da 393 brand (212 italiani e 181 internazionali) e oltre 8mila buyer attesi, a caccia di novità in fatto di abbigliamento, maglieria - un settore in crescita all'interno della rassegna - e, non ultime, fur e pelle, presentate da oltre 100 espositori.

A proposito di buyer, oltre il 60% proviene ormai dall'estero. A febbraio è attesa una delegazione di compratori soprattutto da Russia, Usa, Corea, Giappone, Kazakistan e Azerbaijan.

La manifestazione, la cui spina dorsale è la nuova #TheOneMilanoAvenue, mette il made in Italy al centro dell'offerta, ma apre una finestra anche su altre realtà: da segnalare, per esempio, la presenza di un nucleo di marchi greci e le new entry anche da aree lontane, come India e Mongolia.

L'ottica di apertura all'esterno e al nuovo permea del resto l'intero salone: lo ribadisce #WeAreTheOne, un progetto grazie al quale vengono coinvolti, di edizione in edizione, contributor extra moda, in grado di supportare le aziende - in particolare le Pmi - nella loro evoluzione in un contesto globale in cui le vecchie regole non funzionano più.

Gli esperti coinvolti per la quinta edizione sono l'architetto Italo Rota, l'economista, storico e accademico Giulio Sapelli, lo strategy and business development consultant Maurizio Merenda e Salvatore Aranzulla, divulgatore scientifico che si è fatto conoscere sul web grazie alla capacità di spiegare con parole chiare e semplici come risolvere i problemi semplici e complessi legati alla digitalizzazione.

Due gli eventi fuori salone: l'Italian Fashion Night, sfilata evento in programma il 22 febbraio alle 19.30 nella Fashion Hall di via San Luca 3, e l'evento finale di Remix: strettamente su invito, ha come momento clou la premiazione dei giovani finalisti di un contest organizzato da Iff (International Fur Federation) in collaborazione con Vogue Talents, il cui tema portante è un'interpretazione creativa della pelliccia.

TheOneMilano non è solo una fiera fisica: lo scorso settembre ha debuttato AlwaysOn Show, l'estensione digitale che permette agli operatori di visitare virtualmente la kermesse per 365 giorni l'anno. Nella foto, la conferenza stampa di presentazione del salone nella sede milanese di Confindustria Moda: da sinistra, Italo Rota, Salvatore Aranzulla, Elena Salvaneschi (direttore di TheOneMilano), il presidente Norberto Albertalli, Claudio Marenzi (numero uno di Confindustria Moda e Pitti Immagine), Giulio Sapelli e Maurizio Merenda.

a.b.
stats