in vista più cina e una showroom a milano

Coccinelle: con il flagship in Vittorio Emanuele parte il nuovo concept

Un luogo dominato da colori sorbetto, il rosa in primis, in cui abbondano le linee curve: il flagship che Coccinelle ha aperto in corso Vittorio Emanuele 15 a Milano, progettato da Roberto Baciocchi, si ispira in parte a un salotto e in parte a un pastry shop, «un posto in cui la community del marchio si può incontrare, per vivere esperienze diverse ma tutte dedicate al mondo femminile», come sottolinea un comunicato.

I 60 metri quadri del pianterreno sono caratterizzati da un pavimento "cosmetico" lucido-opaco, oltre che dal banco senza spigoli e da colonne rivestite in plexiglas light pink, mentre il piano interrato, sviluppato su 120 metri quadri, valorizza le borse, la piccola pelletteria e gli accessori, grazie a pedane in eco-fur e nicchie asimmetriche.

Come sottolinea Eleonora Pujia, che insieme a Vinciane Stouvenaker riveste il ruolo di creative director di Coccinelle, «quando ho cercato di immaginare per la prima volta la nuova boutique milanese me la sono prefigurata come un luogo dove chi entrava si sarebbe guardato intorno meravigliato, con gli occhi e l'emozione di una bambina, un po' come succede in certe pasticcerie. Un ambiente che racconta con precisione il mondo di riferimento di Coccinelle e i suoi valori».

«Questo è uno spazio empatico, contraddistinto dall'attenzione al dettaglio - aggiunge Vinciane Stouvenaker -. L'architetto Baciocchi ha dato forma all'immaginario femminile che ci ha ispirato, puntando sulle tinte pastello e le nuance del rosa con le loro molteplici accezioni: romanticismo, fascino, bellezza, dolcezza, delicatezza e raffinatezza».

«Le cose devono parlare da sole senza sovrastrutture decorative che ostacolino la comunicazione del prodotto, che non può che essere la più immediata possibile. Oggi per noi progettare vuol dire più togliere che aggiungere, perché l'immagine è tutto», puntualizza Roberto Baciocchi parlando della genesi del concept.

Fabrizio Stroppa, neo amministratore delegato del marchio nell'orbita della multinazionale sudcoreana E-Land, precisa che «il flagship di corso Vittorio Emanuele, il 160esimo store per Coccinelle, è il primo con il nuovo concept. Il secondo sarà a Londra: nel 2019 rifaremo infatti il look del monomarca di Regent street e da lì il rinnovamento si estenderà a macchia d'olio ad altri nostri negozi, compresi gli shop in shop».

Stroppa sottolinea come il brand, al suo 40esimo anniversario, si stia sempre più internazionalizzando: «In Italia, sempre importante come ribadisce questo opening, realizziamo attualmente il 45% dei ricavi e intanto cresciamo all'estero, soprattutto in Asia. Siamo pronti ad aprire il 21 dicembre il 24esimo avamposto in Cina, a Guangzhou, con l'obiettivo di avviare altre 25 vetrine circa nel 2019. La Thailandia occupa per noi il secondo posto in Estremo Oriente: l'ultimo opening, il 12esimo in questo Paese, è stato a Bangkok».

Tra i mercati più vicini sono Germania, Russia ed Europa dell'Est a dare le maggiori soddisfazioni alla label da quasi 100 milioni di ricavi, che punta al raddoppio in cinque anni, «anche attraverso un'evoluzione ragionata in direzione dei lifestyle - anticipa il manager -. Penso a licenze come un profumo o le scarpe, da concretizzare però non prima dei prossimi due anni, e magari anche ai capispalla in pelle».

Tornando alla distribuzione, «l'e-commerce sta accelerando, con un 3% del turnover che in tre anni dovrebbe salire almeno al 10%, anche grazie a nuovi investimenti nell'omnicanalità e nel servizio trasversale alla clientela, senza soluzioni di continuità tra online e offline».

Un altro canale redditizio è quello di travel retail e duty free, «con un'accezione allargata: non solo aeroporti ma anche crociere, una realtà in forte evoluzione, visto che le grandi navi si stanno attrezzando sempre più per uno shopping esperienziale».

Intanto Coccinelle si prepara a un'altra apertura nel capoluogo lombardo, «la showroom all'interno di Palazzo Chiesa, in corso Venezia 36 - conclude Stroppa -. 1.300 metri quadri, che sveleremo a febbraio durante la fashion week».

a.b.
stats