Tra maggio e giugno incontri one-to-one

Il progetto InBuyer Moda di Promos Italia non si ferma

Il Covid non blocca il progetto InBuyer Moda di Promos Italia, che punta a far crescere il business internazionale delle aziende della moda. «I buyer sono accuratamente selezionati da noi e realmente interessati al prodotto», tengono a precisare dall’agenzia nazionale del sistema delle Camere di Commercio, che per il 2021 ha organizzato una due giorni per maggio e giugno e negli anni ha reso possibili 18 appuntamenti InBuyer, cui hanno partecipato 472 aziende, per un totale di circa 2.300 incontri B2B.  

In particolare, l’11 e il 12 maggio sono previsti incontri one-to-one, su una piattaforma sviluppata da Promos Italia, con compratori esteri per aziende lombarde e delle province di Genova, Modena, Pordenone, Ravenna, Reggio Emilia e Udine. I settori coinvolti sono pellicce, pigiami, occhiali, pantaloni, pelletteria, stoffe per camicie, cappelli, giacche, cappotti, lingerie e abbigliamento sportivo.

Il 29 e 30 giugno sono le date per calzature, cinture, calze, bigiotteria, gioielleria, maglieria, borse e valigie. Questa iniziativa è rivolta ad aziende lombarde e delle province di Genova, Modena, Ravenna, Reggio Emilia e Udine.

L’ultimo giorno utile per le adesioni è il 31 marzo.

Promos Italia chiama a raccolta il fashion anche per Pavilion Italia, permettendo alle Pmi di testare, gratuitamente per 12 mesi, le vendite in Cina attraverso la vetrina digitale del marketplace ufficiale di Agenzia Ice, Pavilion Italia appunto. L'iniziativa, con adesioni entro il 31 marzo, è rivolta alle imprese di abbigliamento, accessori moda e pelletteria design (complementi d’arredo e decorazione di interni), che abbiano sede legale e/o operativa nelle province di Milano, Monza Brianza, Lodi.

Pavilion Italia nasce da una collaborazione diretta tra l’Ice e Tencent Ibg, holding proprietaria di WeChat, allo scopo di incrementare l’export di prodotti del made in Italy verso il mercato cinese.

e.f.
stats