Una soluzione per il mercato digitale cinese

FiloBlu: con WeChat Store una marcia in più per il mobile shopping

Oltre l'e-commerce: in un contesto trainato dalla Cina, in cui le conversioni passano sempre più velocemente per le tecnologie mobile, la nuova frontiera dell'online retail è il social commerce. FiloBlu, specializzata in strategie digitali per lo sviluppo e l'internazionalizzazione dei brand, ha lanciato ieri a Milano WeChat Store, una soluzione sviluppata in partnership con l'agenzia di comunicazione Fireworks, per rafforzare il posizionamento delle aziende italiane sul mercato digitale cinese, attraverso il corretto approccio strategico.

 

«Per ottenere un posizionamento vantaggioso nel mercato cinese, palestra straordinaria per l'internazionalizzazione, servono strategie specifiche che integrino le attività digital in una visione più ampia - ha spiegato a fashionmagazine.it Christian Nucibella, ceo di FiloBlu, a margine dell'evento -. Con investimenti mirati, ci si può inserire in WeChat, uno strumento abitualmente utilizzato dai consumatori cinesi, e fare attività evolute di e-commerce cross border, presidiando il canale a 360 gradi".

 

«Mobile first!», ha esordito Chenyin Pan, general manager di Fireworks, spiegando come nel suo Paese «everything is digital». «In Cina, primo mercato e-commerce del mondo totalmente dominato dai marketplace e dagli influencer, tutto è digitale e impera la smartphone life – ha sottolineato Giulio Finzi, senior partner di Netcomm Services – regolata da normative che favoriscono anche le transazioni cross border». Un mercato, però, caratterizzato da un ecosistema digitale specifico, del tutto locale, che costituisce una valida porta di ingresso per i brand che vogliono presidiarlo con successo.

 

Come funziona in concreto WeChat Store? Communicate, engage, convert: con un approccio che adatta la value proposition alla cultura locale, WeChat è molto più di un'app, è un hub che conta più di 1 miliardo di utenti e che, grazie a "mini-programs" (sottoapplicazioni), permette di fare al suo interno l'intera customer journey. Aprire un account ufficiale su WeChat rappresenta quindi per l'azienda una one stop solution per spingere la brand awareness e veicolare i contenuti di prodotto, con la possibilità di tradurre in conversione e spedire al consumatore finale, il tutto in un percorso frictionless.

 

Grazie alla geolocalizzazione, uno degli asset principali di questo strumento, è possibile fare attività media targettizzate, individuando il cliente potenziale. Inviare notifiche mirate e push, spedire direttamente dall'Italia grazie alla condivisione dello stock, sono solo alcune delle possibilità offerte dal sistema.

 

«WeChat Store – ha sintetizzato Francesco Borsetto, business developer di FiloBlu – è una soluzione pensata per semplificare la complessità del mercato cinese, ridurre gli investimenti in marketing e comunicazione, accelerare il time to market, incrementare la brand awareness e favorire la conversione». Nato per il segmento fashion-luxury, che in Cina registra per l'80% clienti sotto i 35 anni, WeChat Store ha già in progetto di essere esteso ad altri settori, food e toys in primis.

stats