UN'ANALISI DI CUSHMAN & WAKEFIELD

Investimenti in immobili commerciali: Milano prima in Italia, ma niente top 25

New York si conferma il mercato immobiliare commerciale più importante al mondo per volume di investimenti, ma scivola dal secondo al sesto posto a livello di appeal per gli investitori, risentendo dei prezzi alti, del dollaro forte e di una domanda locale competitiva e dinamica. È invece elevata l'attrattività delle destinazioni europee, a partire da Londra. Anche Parigi e Amsterdam sono ricercate, mentre Madrid torna alla ribalta dopo oltre 10 anni.

E Milano? Mantiene la leadership nel nostro Paese, ma non rientra nelle top location per volumi a livello globale. Si conferma comunque fra i target degli investitori nel 2018/2019, anche per gli asset cosiddetti tradizionali come il retail.

Queste sono solo alcune delle conclusioni del rapporto annuale Winning in Growth Cities, realizzato da Cushman & Wakefield, da cui emerge che nei 12 mesi precedenti giugno 2018 gli investimenti nel mercato immobiliare globale sono aumentati su base annua del 18%, toccando la cifra record di 1.800 miliardi di dollari. Il clima di incertezza generale e il rallentamento del ciclo economico non hanno dunque penalizzato la crescita.

Crescita in cui l'Asia gioca un ruolo chiave: da un lato ha attratto il 52% del totale degli investimenti e, dall'altro, ha realizzato il 45% di quelli cross-border da parte di acquirenti provenienti da quest'area.

Il dinamismo del Far East si riflette anche nella top 5 degli investimenti globali per volume, dominata come si diceva da New York - nonostante il calo di attrattività rispetto al recente passato -, seguita da Los Angeles e Londra, che rappresenta il mercato più importante a livello europeo e che totalizza un aumento nel volume delle transazioni da parte dei player asiatici pari al +47% su base annua, per un totale di quasi 11 miliardi di dollari. Performance da ascrivere soprattutto alle operazioni relative agli spazi direzionali.

Quarta è Parigi e quinta Hong Kong, che fa un balzo del 68% rispetto al 2017 ed è la prima metropoli della regione asiatica a entrare, da tre anni a questa parte, nella top 5 mondiale.

Secondo le previsioni di Carlo Barel di Sant'Albano, responsabile Global Capital Markets di Cushman & Wakefield, la crescita potenziale dei volumi nell'ambito degli immobili commerciali durante il prossimo anno è quantificabile in un +2% (nella foto, piazza Gae Aulenti a Milano).
 

a.b.
stats