un'indagine launchmetrics

Influencer marketing in ascesa. Crescono budget e investimenti

L'influencer marketing sempre più al centro delle strategie di comunicazione di moda, lusso e cosmetica. Come risulta dal quarto report annuale di Launchmetrics, dal titolo "Lo stato dell'influencer marketing 2018", la percentuale di professionisti di marketing, comunicazione e pr di questi settori che ha realizzato campagne sui social media nel 2017 è cresciuta del 13%.

 

Sempre in base all'analisi, nel 2017 il 78% degli addetti ai lavori dei comparti esaminati ha realizzato campagne influencer: soluzioni efficaci per generare brand awareness, a detta del 90% degli intervistati.

 

I dati emersi sono il frutto di una ricerca che ha coinvolto un totale di 600 professionisti nel marketing, comunicazione e pr di aziende della moda, del lusso e della cosmetica e, per la prima volta, 200 influencer del settore in Europa e negli Stati Uniti.

 

L'indagine di Launchmetrics ha analizzato il punto di vista dei professionisti su target di riferimento, efficacia delle campagne e tattiche utilizzate. Il coinvolgimento degli influencer ha permesso di conoscere i canali prescelti, i servizi più richiesti dai marchi e le motivazioni che li spingono a collaborare con un'azienda.

 

Crescono i budget dedicati, gli investimenti in strumenti specifici e il numero dei team interni che si occupano delle relazioni e delle campagne con gli influencer, a dimostrazione del fatto che il fenomeno assume sempre più una valenza professionale.

 

In particolare, nel 2017 i budget allocati dalle aziende per l’influencer marketing sono cresciuti e, in base alle dichiarazioni del 60% dei professionisti interpellati, continueranno ad aumentare nel 2018.

 

Grazie alla collaborazione degli influencer è emerso un dato significativo. Nonostante la rapida evoluzione verso un approccio sempre più professionale, continuano a coesistere forme di collaborazione a pagamento e soluzioni organiche. A detta dei talent coinvolti, le collaborazioni gratuite a volte sono esperienze che permettono di realizzare contenuti interessanti per le loro community.

 

Per la precisione, il 44,7% è disponibile se si tratta di un marchio davvero amato, per il 46% dipende dal tipo di compenso alternativo offerto, il 2,7% non lo fa mai, il 6,7% accetta se nella campagna sono presenti altri influencer e blogger di spicco.

 

Rimane fondamentale, per i professionisti del settore, la capacità di identificare gli influencer in sintonia con le proprie strategie e come monitorare le campagne: due aspetti che per il 60% dei coinvolti rappresentano due sfide chiave per il prossimo futuro.

 

Nella foto, un'immagine tratta dall'account Instagram di Chiara Ferragni

 

 

stats