uno studio dell'ifm

In Francia moda meglio dell'auto. Toledano: «Dovrebbe essere più valorizzata»

Con un fatturato di 150 miliardi di euro tra abbigliamento, accessori, cosmetici e profumi l'industria della moda in Francia supera quella aerospaziale - che non va oltre i 102 miliardi - e automobilistica, ferma a 39 miliardi.

 

Lo rivela uno studio realizzato da Ifm-Institut Français de la Mode, che sottolinea anche come le esportazioni della fashion industry d'oltralpe, alla quale si ascrive il 2,7% del Pil del Paese, si attestino sui 33 miliardi, seconde solo agli aerei.

 

Reuters riporta le dichiarazioni di Ralph Toledano, numero uno della Federazione Francese della Couture. «Le autorità sottostimano il comparto - denuncia - e gli stessi francesi non hanno la piena consapevolezza del patrimonio che hanno in mano. All'estero non si parla degli Airbus, ma di Yves Saint Laurent (nella foto, un modello per la primavera-estate 2017) e di Chanel».

 

Nell'Esagono sono almeno 580mila le persone impiegate nel comparto, un numero che sale a un milione considerando le attività connesse.

 

Sempre secondo l'Ifm, le fashion week parigine portano a casa un "bottino" annuale di 10,3 miliardi di euro, con 1,2 miliardi generati dai visitatori in trasferta in città.

 

stats