Sarà venduta nel nuovo spazio in Brera

Clan Upstairs lancia la private label e crea un hub per le colab

Si chiama Clan Upstairs Base il nuovo spazio sperimentale creato da Fabio Bisogno in via Pontaccio 19, che a differenza del Clan Upstairs storico, quello aperto 20 anni fa in via Pontaccio 15, non sarà un multimarca puro, ma un negozio sperimentale per ospitare la nuova private label Clan Upstairs, più una serie di colab e progetti speciali.

Una collezione fatta di maglioni di cashmere, anche con filati riciclati, T-shirt con stampe vintage, giacche in cotone sfoderate, polo e pantaloni cargo con cotone giapponese. «Si tratta di capi iconici - dice Bisogno - pensati da chi conosce sapientemente ciò che il cliente desidera, pezzi che non devono mancare all’interno del guardaroba maschile e femminile».

«Questo momento storico - aggiunge Bisogno - rappresenta un’occasione per realizzare idee e iniziative inedite. Così, dopo una lunga esperienza di importanti collaborazioni all’interno di Clan Upstairs, ho deciso di dedicare uno spazio indipendente al mio progetto personale, scegliendo come location il mio luogo d’origine, dove tanti anno fa avevo lanciato il Clan Café».


Il nuovo spazio Clan si sviluppa si sviluppa su 600 metri quadrati con tre vetrine: oltre alla private label, ospiterà progetti speciali sempre rinnovati, come la recente shopping experience e co-lab con il giovane brand Subdued, il lancio della disciplina aerobica Aerowear o, ancora, la cena dedicata al brand ready-to-wear Weili Zheng.

an.bi.
stats