Ciod: il bracciale con il "chiodo fisso" della flessibilità

Si chiama Ciod, acronimo di Colorfoul Ideas On Demand, ma anche come "chiodo" in dialetto: il colorato bracciale unisex in gomma, dai prezzi accessibili, prende spunto dai chiodi da carpentiere per proporsi come accessorio glamour, ora in vendita anche da Colette.

 

Il concept store parigino si aggiunge a un network di 250 tra boutique di abbigliamento e gioiellerie italiane ed europee che distribuiscono il marchio, accompagnato dall'hashtag #chiodoscacciachiodo e ideato da Luca Cantamessa, classe 1993, mentre la produzione è affidata alla Smater in provincia di Bergamo.

 

Un'azienda, quest'ultima, da 35 anni leader nei componenti plastici, che dal 2015 ha deciso di differenziare la propria attività. «Nell'impresa di famiglia .- racconta Luca - dove stampiamo materie plastiche per vari settori industriali, volevamo creare un bracciale da regalare ai nostri partner». I consensi ottenuti hanno spinto la Smater ha lanciare una linea vera e propria.

 

Due le varianti: quella monochrome, in vendita a 14 euro, e la "metal" da 28 euro, in 30 varianti di colore e con la possibilità di sganciare e riagganciare facilmente il bracciale, trasformandolo in un morbido antistress.

 

Tutte le fasi del processo produttivo si svolgono in Italia, con una forte componente artigianale e utilizzando materiali certificati, anallergici, atossici e nichel free. In vista una brand extension, per fare di Ciod il fulcro di una più ampia varietà di prodotti.

 

stats