Reebok x Haring

Un’art performance di sneaker, per una capsule collection frutto della liaison tra la Fondazione Keith Haring (creata dal noto wall writer newyorchese per sostenere le organizzazioni no-profit che provvedono all’educazione dei bambini in difficoltà) e Reebok, brand di calzature made in Usa.
 

Denominata “Reebok x Haring”, la collezione è ispirata ad alcune rare opere dell’artista, lanciato nel mondo dell’arte dei graffiti negli Eighties e scomparso nel 1990, quali Antic Everyman, Barking Dog e Radiant Baby. Le interpretazioni con icone sagomate, applicazioni in ciniglia, underlays jacquard, ricami e serigrafie dei tessuti hanno l’obiettivo di far conoscere l’opera del creativo tra i giovani, principali acquirenti del prodotto.

 

Classic leather, Ex-O-Fit plus, NPC II, Workout plus, Classic leather mid e Freestyle sono le scarpe ideate dal marchio in voga negli anni ’80 e che per questa limited edition subiscono un restyling in chiave artistica.

 

Anche “Reebok x Haring” è dunque entrato a far parte del programma Affili’Art del brand di calzature, che ha già alle spalle altre partnership con Jean-Michel Basquiat e Ryan McGuinness.

 

Dopo l’evento d’inaugurazione, in collaborazione con Bodega, storico sneaker store di Boston, la serie sarà disponibile nei negozi italiani a partire da febbraio. Il prezzo al pubblico è di 100 euro.

 

stats