Silvia Venturini Fendi: «Roma Capitale continuerà a investire su AltaRoma»

La notizia dell'uscita (obbligata) da parte del Comune di Roma dall'azionariato di AltaRoma aveva creato non poche apprensioni sul futuro della manifestazione tra gli addetti ai lavori. Che ora, però, possono tirare un sospiro di sollievo: Roma Capitale darà a continuità alle attività di AltaRoma.

 

Ad annunciarlo è stata Silvia Venturini Fendi, presidente di AltaRoma all'indomani dell'incontro con Adriano Meloni, assessore del comune allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro. «Apprendo con piacere - ha dichiarato Venturini Fendi - che Roma Capitale è intenzionata a dare continuità alle attività di AltaRoma e che, quindi, il percorso avviato a giugno scorso con il Tavolo dei soci, a cui ha partecipato anche Roma Capitale insieme a Camera di Commercio di Roma e Regione Lazio, possa proseguire efficacemente».

 

A breve fa sapere il presidente si aprirà una seconda fase del Tavolo che approfondirà nel dettaglio una serie di aspetti cruciali il ruolo di AltaRoma a sostegno dei giovani talenti e le possibili future collaborazioni per un rilancio attraverso la moda del “modello Roma”.

 

 

«Approfondiremo - prosegue Venturini Fendi - anche la fattibilità di un nuovo percorso societario di AltaRoma mirato a stabilizzare e rafforzare il ruolo di Roma nella direzione dello scouting e della promozione dei giovani talenti tracciata nell'ambito della strategia nazionale condivisa con il Ministero dello Sviluppo economico e con gli altri soci di AltaRoma».

 

«Con la presidente Fendi abbiamo condiviso - ha dichiarato Meloni - la necessità di consolidare il lavoro finora svolto da AltaRoma, e ho sottolineato l’opportunità di indirizzare risorse ed energie su interventi mirati e reciprocamente vantaggiosi».

 

«La dismissione della partecipazione di Risorse per Roma in AltaRoma - prosegue l'assessore - , resa obbligatoria dalla legge Madia, che prescrive l’uscita dalle partecipate di secondo livello, non è sinonimo di disimpegno da parte dell’Amministrazione capitolina, anzi. Torniamo a investire sulla moda ma in chiave intelligente, con progetti mirati e di ampio respiro».

 

 

stats