PARIS FASHION WEEK

Cher madrina della Balmain Renaissance

Olivier Rousteing, direttore creativo di Balmain, ha portato in scena allo stadio Jean Bouin di Parigi uno show sorprendente, talvolta provocatorio, mettendo l’accento su quanto il cambiamento climatico stia cambiando il nostro pianeta.

«Tornare con una sfilata a settembre, pensando se i nostri pantaloni saranno a vita alta o bassa, mi sembrava futile», ha dichiarato Rousteing prima dello show agli addetti stampa intervenuti.

Ovviamente la moda deve continuare a vivere e allo show in calendario alla Paris Fashion Week non poteva mancare l’effetto sorpresa. Dopo uno spettacolo di oltre 100 look, il coup de théâtre è stata la presenza di Cher, apparsa al finale in tutta la sua luminosità dei suoi incredibili 76 anni.

La prima parte della collezione vista in pedana ha mostrato moltissimi elementi transculturali e riferimenti rinascimentali, che ci portano a ricordare il lavoro che Rousteing ha eseguito nell’interpretare l’archivio di Jean Paul Gaultier, specialmente nelle stampe e negli accessori stellari. Molti anche i rimandi alla sfilata Plato’s Atlantis di Alexander McQueen nel 2009, con i platform altissimi che ricordano l’iconica scarpa Armadillo.

Spazio alle stampe raffiguranti dipinti barocchi o colori che ricordano il fuoco, mentre la silhouette rimane sempre la stessa in tutta la collezione, creando un fil rouge di omogeneità.

La seconda parte, della durata di 15 minuti, si è focalizzata sulla haute couture, con modelli affascinanti per la ricchezza e complessità, dove intrecci e drappeggi diventano preziosi, sviluppando forme inusuali e allo stesso tempo primitive.

Le modelle in passerella sembravano quasi provenire da altri mondi, ma con il comune denominatore della sostenibilità: un vestito, per esempio, era fatto di pezzi di corteccia saldati tra loro e i dress più corti erano stati creati con intrecci di midollino. La natura come leitmotiv tornava nell’abito longuette interamente ricoperto di piume colorate e in quello fatto da una cotta di maglia con anelli dorati molto ampi, saldati al centro della silhouette.

L’intento di Rousteing è trasmettere un principio di rinascita in questi tempi bui, per continuare a fare moda con raffinatezza, ma anche sulla strada della responsabilità.

a.c.

PARIS WOMEN SS 2023: BALMAIN


stats