Passato, presente e futuro nelle Conversation with...

Monte-Carlo Fashion Week in versione online, madrina Pauline Ducruet

La Monte-Carlo Fashion Week non si ferma davanti ai disagi causati dall'emergenza sanitaria, trasferendosi sui social con un ricco calendario di digital talk live e una piattaforma dedicata ai giovani stilisti emergenti e innovativi.

In versione fisica, avrebbe dovuto svolgersi dal 14 al 18 maggio. Proprio in queste date ha deciso di riunire virtualmente i protagonisti della kermesse monegasca del passato, del presente e del futuro, attraverso il progetto 2020 Mcfw Series - A Conversation With..., che esplora temi culturali e di costume, indagando lo stato dell'arte della moda e una serie di possibili scenari futuri, oltre a presentare le anteprime delle nuove collezioni.

«Nell'attuale situazione di emergenza è maturata una serie di riflessioni - commenta Federica Nardoni Spinetta, ideatrice della manifestazione, nonché presidente e fondatrice della Chambre Monegasque de la Mode -. Dalla sostenibilità alla razionalizzazione della produzione, passando per la creatività fino alle conseguenze della pandemia: questi sono i temi del momento. La moda non si ferma e si confronta su un nuovo capitolo del suo futuro in maniera interattiva».

In particolare, sono previste iniziative per evidenziare il carattere di scouting della manifestazione, invitando brand sostenibili a esprimere la loro visione innovativa in un video, che saranno diffusi sui canali social della Monte-Carlo Fashion Week, grazie alla quale potranno godere di una piattaforma capace di dare loro visibilità e di beneficiare della partnership con Fashion Channel, attraverso il suo canale YouTube.

Gli incontri saranno inaugurati da Pauline Ducruet, figlia della principessa Stéphanie di Monaco e artefice del marchio genderless Alter

È prevista la consegna di un Mcfw Fashion Award Digital Sustainable Brand, premio per la realtà che più di tutte si sarà distinta in fatto di sostenibilità. 

a.c.
stats