A Milano

La Scala nelle vetrine della Rinascente. Baldan: «Un evento esclusivo diventa inclusivo»

Otto vetrine ispirate a Madama Butterfly, l'opera di Puccini che domani (7 dicembre) apre la stagione scaligera milanese. Così la Rinascente di Milano celebra l'importante evento cittadino.

 

Le vetrine, visibili fino al 4 gennaio 2017, sono state allestite dal regista dello spettacolo, Alvis Hermanis. «Così un evento esclusivo diventa inclusivo», ha commentato Alberto Baldan, l'amministratore delegato de La Rinascente.

 

In quei giorni di festa, dunque, le vetrine del grande magazzino milanese - che l'anno prossimo festeggerà 100 anni - ospiteranno un vero e proprio allestimento, ispirato alla scene e ai costumi scaligeri.

 

«Questo è il nostro omaggio - ha proseguito l'a.d. - a un teatro che ha reso grande il nome di Milano nel mondo, ma non solo. Vuole anche essere un contributo per promuovere uno dei simboli della città».

 

Alexander Pereira, sovrintendente e direttore artistiico del Teatro alla Scala, vede in questa collaborazione con La Rinascente un modo per abbattere le barriere tra arte, musica, cultura e cittadini.

 

«Grazie a questa partnership - afferma - per un mese Madama Butterfly uscirà dalla Scala per affacciarsi su piazza del Duomo. Si tratta di una bellissima occasione per rendere il nostro Teatr, meno "chiuso" e più vicino alla città. Perché capita che molti amanti della musica abbiano un vago timore di questo tempio».

 

stats