A New York

"Sunday Best" è il tema dell'invito al Met Gala, tra sacro e profano

Mancano poche ore all'apertura del Met Gala, l'evento che precede la mostra di moda annuale ospitata dal Costume Institute del Metropolitan Museum di New York. Heavenly Bodies è il tema scelto per l'expo, che indaga il rapporto tra sacralità e moda. Il tema degli inviti spediti a centinaia di celebrity è Sunday Best: della serie, «vestitevi come per andare in chiesa». Non sarà difficile, visti gli ultimi orientamenti del fashion.

 

La rassegna, organizzata in collaborazione con Anna Wintour, vedrà sotto i riflettori 150 capi di alta moda firmati da Versace, Riccardo Tisci per Givenchy, Vivienne Westwood, Dolce&Gabbana, Roberto Capucci, Balenciaga, Schiaparelli, Chiuri+Piccioli per Valentino, più una quarantina di abiti e gioielli della Sacrestia della Cappella Sistina.

 

La festa di beneficenza di questa sera, che per il red carpet non è seconda alla cerimonia di assegnazione degli Oscar, vedrà la presenza di super vip come Rihanna, Donatella Versace e Amal Clooney, madrina della serata, Nicki Minaj, Katy Perry, Kim Kardashian, Selena Gomez, Jared Leto e Jaden Smith. Un appuntamento importante, che quest'anno celebra anche i 70 anni del Constume Institute.

 

Sembra che per l'evento di quest'anno gli ospiti abbiamo pagato 30mila dollari, pari a 275mila dollari a tavolo. Lo scorso anno il totale raggiunto era stato di 12 milioni di dollari.

 

Il Met Gala precede di poche ore la cerimonia di apertura del Festival di Cannes, ma pare che pochi vip abbiano preferito il tappeto rosso sulla riviera francese a quello sull'altra sponda dell'Atlantico.

 

Nella foto, Donatella Versace e Anna Wintour in un post tratto dall'account Instagram della stilista: «Thank you Anna for the magical private tour as the teams work so hard into the last few hours», è il commento di Donatella.

 

stats