A PARIGI

Ackermann balla da solo e riprova con il menswear

Alla prossima fashion week parigina del menswear farà capolino un nome inatteso: Haider Ackermann, la cui linea maschile era stata congelata tre anni fa. Si tratta di un momento importante per il designer: il suo brand, seppur ancora controllato da Anne Chapelle, diventa infatti indipendente.

 

La presenza a Parigi dello stilista di origini colombiane, che qualche anno fa era stato designato da Karl Lagerfeld come il suo ideale successore, rappresenta una sorpresa, come sottolinea il sito wwd.com: Ackermann aveva fatto il suo debutto con l'abbigliamento maschile a Firenze, nell'ambito di Pitti W, nel giugno del 2010 e retailer importanti, come Barneys, se l'erano subito accaparrato. Ma era durata poco: già a dicembre dello stesso anno la linea veniva sospesa.

 

Ora il ritorno, anche se non è ancora noto se sotto forma di sfilata o presentazione. Di certo c'è però la data: il 26 giugno, giorno inaugurale della kermesse nella Ville Lumière.

 

Alla luce degli ultimi avvenimenti, sembra si tratti di una stagione spartiacque per il creativo diplomato alla Antwerp Fashion Academy of Fine Arts in Belgio: recente è infatti anche la decisione di Anne Chapelle di dividere i marchi Haider Ackermann e Ann Demeulemeester - prima ambedue nell'orbita della stessa casa madre, laBvba 32 - per farle diventare realtà indipendenti. A proposito di Ackermann, Chapelle (che mantiene una quota di controllo in entrambe le label) ha dichiarato: "Il brand è molto maturato nel corso degli ultimi anni, diventando un business stabile e capace di andare avanti da solo".

 

stats