A PARIGI

Il savoir-faire italiano protagonista a Parigi nella mostra di Knit Italy

Oltre a designer e produttori da tutto il mondo, l'ultima edizione di Première Vision (a Parigi dal 10 al 12 febbraio) ha ospitato - per la prima volta - una mostra dedicata ai maglifici italiani di qualità, Knit Italy, allestita all'interno dell'area Knitwear Solutions.

 

Il progetto - nato da un’idea di Federico Poletti, giornalista e fondatore di Maglificio.com-The Knit Journal, e Marco Sanarelli, ceo di Mely’s Maglieria - ha puntato a evidenziare la capacità produttiva delle aziende che credono ancora in un prodotto 100% made in Italy, promuovendola davanti a un parterre internazionale.

 

«L’Italia resta la patria della maglieria con un articolato panorama di realtà collocate tra Nord e Centro - spiegano -. Un territorio dove è prodotto quasi il 90% del knitwear internazionale firmato da brand e designer che si ritrovano poi a Première Vision per trovare ispirazione e fare ricerca».

 

Molte aziende italiane vantano lunghe storie con produzione di alta qualità, conservate in archivi poco noto e accessibili, svelati proprio a Parigi.

 

Per la prima volta, infatti, sono stati esposti una serie di capi rari e vintage, provenienti da centri di ricerca come gli Archivi Mazzini,nati da un’idea e dalla passione di Attilio Mazzini. Un patrimonio che oggi vanta una collezione di oltre 250mila pezzi, tra capi d’abbigliamento e accessori.

 

In mostra anche alcune creazioni di ricerca particolarmente innovative, realizzate da designer internazionali come Jean Paul Gaultier, Dries Van Noten, Fendi, Roberto Cavalli e Trussardi, per citarne alcuni.

 

stats