CALZATURE

Pilotti (Assocalzaturifici): «Per il primo semestre 2016 sconti a chi partecipa alle fiere»

Il 2015 si chiude con uno scenario ancora difficile per il calzaturiero italiano. Assocalzaturifici dà un sostegno concreto agli imprenditori, incentivando, attraverso sconti “progressivi”, la partecipazione delle aziende agli appuntamenti fieristici del settore, organizzati dall’associazione in tutto il mondo.

 

I calzaturieri potranno usufruire di un voucher valido per gli eventi del primo semestre 2016, godendo di un’agevolazione del 10% in caso di adesione a una fiera, del 15% in caso di due e del 20% per due o più manifestazioni.

 

«Si tratta di un’iniziativa importante - spiega Annarita Pilotti, presidente di Assocalzaturifici - che ho fortemente voluto per dare un segnale forte di fiducia e aiuto concreto alle imprese».

 

Il comparto è stato particolarmente penalizzato dall’andamento dei mercati Csi. Dopo un 2014 già segnato da contrazioni nell’export dell’ordine di oltre il 20%, il trend negativo è proseguito nel 2015. Nei primi sei mesi dell’anno le esportazioni italiane di calzature verso l’area Csi si sono ridotte di oltre un terzo, sia in quantità che in valore. In Russia il decremento è stato del 35%, sia in volume che in valore. In Ucraina addirittura del 52% in volume, con un -48% in valore.

 

Per questo motivo Annarita Pilotti ha chiesto recentemente alle istituzioni ancora più coraggio, per arrivare all’abbolizione definitiva delle sanzioni alla Russia.

 

Tra le iniziative positive a sostegno del settore, Pilotti ne individua una della Regione Marche. «Sono particolarmente riconoscente all’Assessore Manuela Bora - afferma - per il suo impegno nel progetto del bando che la Regione sta scrivendo per promuovere e incentivare progetti di innovazione diretti all’ideazione, allo sviluppo e alla commercializzazione di nuove collezioni di prodotti moda».

 

Pilotti auspica che l’iniziativa venga abbracciata anche da altre regioni e che si possa avviare un tavolo nazionale per la valorizzazione all’estero delle calzature made in Italy di tutti i distretti.

 

 

stats