Comunicazione

Gli emoji di Pepsi invadono il mondo. E mettono gli occhiali con Jeremy Scott

Pepsi fa leva sul linguaggio universale dei giovani per la sua campagna mondiale, in programma in tutto il 2016. Centinaia di emoji sono in viaggio in 100 Paesi del mondo, non solo su bottiglie e lattine ma anche tramite la moda. In arrivo gli occhiali realizzati in collaborazione con Jeremy Scott.

 

«Questa estate - racconta a fashionmagazine.it Moira Cullen, VP, global beverage design, PepsiCo.  - i consumatori potranno vedere il mondo attraverso gli occhiali colorati frutto della collaborazione con Jeremy Scott, che si caratterizzeranno per la presenza di sei diversi emoji Pepsi. È entusiasmante avvicinare i consumatori a noi anche tramite altri prodotti».

 

La campagna PepsiMoji interessa 100 Paesi nel mondo e coinvolge tutti i prodotti della multinazionale, che per l'occasione ha realizzato oltre 600 faccine in grado di ricostruire un linguaggio universale.

 

«Pepsi - spiega Cullen - è da sempre un marchio iconico della cultura pop e di quella giovanile. Una label con le carte in regola per farsi portavoce di un linguaggio davvero globale, come quello degli emoji».

 

«Una serie di simboli che i consumatori possono utilizzare per condividere le loro emozioni e creare le loro storie - precisa Moira Cullen -. Ci sono gli emoji "globali" e quelli legati alla cultura locale dei diversi Paesi, come l'hummus e lo shawerma per l'India, il cricket per l'Australia, il thai Boxe per la Tailandia».

 

stats