DEBUTTI A PITTI BIMBO

Stamattina il lancio di Dsquared2 bambino. Rosso: "Cresceremo ancora nel settore"

Ad aprire la giornata di oggi, in occasione del salone Pitti Bimbo, è il lancio della versione taglie mini di Dsquared2. "Si è trattato di una vera e propria gestazione", hanno confidato Dean e Dan Caten.

 

L'evento è stato concepito come una colazione sull'erba in stile canadese (al Giardino Corsini, ndr), "per festeggiare una collezione che veste i più giovani dal primo vagito al primo amore", hanno spiegato i due fashion designer e hanno aggiunto: "Abbiamo rivisitato i nostri pezzi icona. Ne è scaturita una serie di modelli 'very Dsquared2' ". 

 

Quello a Giardino Corsini, con bimbi e bimbe che si rincorrevano e giocavano in libertà in un'ambientazione di grande fascino, è stato un happening "gioioso e divertente, in grado di trasmettere la creatività e l'innovazione che contraddistinguono la collezione" ha sottolineato Renzo Rosso, patron di Otb, che realizza la linea tramite la sua società Brave Kid, caodiuvato da Andrea Montelpare per le scarpe. 

 

"Il sodalizio con Dean e Dan Caten - ha aggiunto Rosso - è più che consolidato nell'adulto, quindi rappresenta un'ottima base per questo nuovo progetto. Come ho detto sei mesi fa, in occasione della sfilata di Diesel Kid e di John Galliano Kids a Firenze, il nostro obiettivo per quanto riguarda il childrenswear è crescere ancora, dando vita a quella che mi piacerebbe diventasse una piccola Staff International". L'idea dell'imprenditore è, in altri termini, costruire "un gruppo forte, con un buon potere contrattuale".

 

Di sicuro, come ha sottolineato il ceo di Brave Kid Germano Ferraro, nel 2014 sarà lanciato per il polo under 14 di Otb un nuovo piano retail. "Abbiamo già una ventina di negozi monomarca dedicati al bambino tra Italia ed estero - ha ricordato - e ora stiamo guardando alla possibilità di aprire anche a Parigi e Londra, oltre a valutare un format che possa coinvolgere tutti i nostri marchi". 

 

 

 

 

 

stats