DECODED FASHION

Andrea Lorini (Chiara Ferragni Collection): «Dopo Milano, la Cina»

Intervistato a Decoded Fashion da Jarvis Macchi (head of digital di Pinko), Andrea Lorini, nuovo ceo di Chiara Ferragni Collection e chiaraferragni.com, ha svelato le prossime strategie di sviluppo del brand, sul crinale tra online e offline. Nel 2017 debutto nel retail: primo monomarca a Milano e poi rotta sulla Cina.

 

Arrivato alla sua quinta stagione, il brand di footwear ha continuato a crescere con «numeri strabilianti», come ha detto il manager (operativo con il ruolo di amministratore delegato della società dalla scorsa primavera), tanto che nel 2016 raggiungerà un giro d'affari di circa 20 milioni di euro: «Dialoghiamo con circa 350 multimarca in tutto il mondo e nei prossimi due anni ci dedicheremo all'espansione retail».

 

Prima tappa Milano, dove entro il 2017 sorgerà il primo monomarca a insegna Chiara Ferragni. Poi le energie saranno convogliate sull'ex Repubblica Popolare, «mercato in assoluto più importante per noi insieme agli Stati Uniti - ha spiegato Lorini - dove il marchio, nonostante non sia supportato dai social network, gode di grande popolarità». L'obiettivo è di aprire «20 negozi entro i prossimi tre-quattro anni».

 

Nessuna volontà, per il momento, di ampliare l'offerta di calzature verso il total look: «Mai dire mai - ha precisato il ceo - ma preferiamo concentrarci sul nostro core business, anche se siamo aperti alla collaborazione con altri brand. Abbiamo lavorato con Italia Independent, Apple e Ladurée e ricevuto molte offerte. Quando arriverà quella giusta la valuteremo».

 

stats