DESIGN WEEK

Armani/Casa: anteprima "temporary" in corso Venezia

Muri color nero profondo, pavimenti in pietra di Bedonia grigio scuro, pannelli chiari a tutta altezza in rete sottile, stampata con i motivi della collezione: in occasione della settimana del mobile, Giorgio Armani ha alzato il sipario con un'installazione temporary sul nuovo spazio Armani/Casa di corso Venezia.

 

Una location su quattro livelli, con 16 vetrine e una superficie di circa 1.300 metri quadri, negli ex locali occupati per anni da De Padova. Qui vengono presentate le novità della griffe in fatto di arredo, sviluppate sul tema "Il tempo della leggerezza": i mobili sono microarchitetture, che privilegiano tra i materiali la lacca Himalaya lucida in contrasto con le trame naturali della carta in rafia, oppure la lacca metallica argento, percorsa dalle venature del legno.

 

Fra i pezzi clou il tavolino girevole "Luna", con perno di rotazione in ottone chiaro satinato, il mobile buffet "Leonard" giocato su diverse lucentezze, il tavolo ovale "Lewis". Tornano alla ribalta il mobile bar ad ante "Club", in paglia intarsiata e ottone naturale satinato (proposto in una limited edition di 50 pezzi handmade, numerati e firmati), la libreria "Freud", il tavolino basso in pergamena naturale "Egidio", ora declinato in noce canaletto, lacca metallica rigata e ottone chiaro satinato.

 

Ma la casa secondo Armani, che presenta in questi giorni i pezzi continuativi nel negozio di via Sant'Andrea, è molto di più. Si va dai calici in vetro di Murano "Loulou", al centrotavola "Lace" in vetro soffiato a mano, fino alla collezione Armani/Casa Exclusive Textiles by Rubelli e alle carte da parati Precious Fibers II della Armani/Casa Exclusive Wallcoverings Collection, con ricami e texture uniche nel loro genere.

 

L'opening ufficiale del punto vendita di corso Venezia è in programma per il prossimo autunno (nella foto, Giorgio Armani fotografato da Stefano Guindani).

 

 

 

stats