Dichiarazioni

Il ritorno di Armani alla Scala: "Le cose migliori sono quelle più semplici"

Mancava dal 2000 ma, per amore di Violetta, Giorgio Armani è tornato alla  Scala. E nel foyer ha espresso il suo punto di vista con grande sincerità. Poi, all'uscita, ha annunciato l'appuntamento di oggi con il sindaco Pisapia: all'ordine del giorno, l'accordo tra il Comune e la griffe per il nuovo Palalido e, secondo indiscrezioni, i lavori di manutenzione della Galleria.

 

 

La messa in scena della Traviata, sabato sera 7 dicembre, è stata "molto interessante", ma la regia lo ha lasciato "un po' perplesso". Così come ha espresso qualche dubbio sugli abiti di scena, "troppo contemporanei". Questo il punto di vista di re Giorgio sulla rappresentazione.

 

Una dichiarazione che ha trovato d'accordo anche Roberto Bolle: "Costumi così vicini a noi, che tolgono il sogno". Soprattutto, Armani ha riportato in primo piano i valori della semplicità, in contrasto con lo sfoggio di eleganza dell'appuntamento scaligero. "Le cose migliori sono sempre quelle più semplici, forse ci vorrebbero meno lustrini e vestiti più lineari", è stata una della affermazioni più riprese dai notiziari online.

 

stats