HAUTE COUTURE

Ieri Armani day nella Ville Lumière: sfilata e opening in avenue Montaigne

Doppio appuntamento ieri per re Giorgio nella capitale francese: dopo la passerella di Giorgio Armani Privé, l'inaugurazione del secondo monomarca dello stilista in avenue Montaigne, interamente dedicato alla donna.

 

Da questo mese l'attuale boutique della griffe, al 18 dell'iconica via parigina, si concentra esclusivamente sul menswear, mentre il nuovo spazio di oltre 450 metri quadri su un solo piano, al civico 2, viene declinato esclusivamente al femminile. Inedito il concept, basato su un susseguirsi di stanze separate: partendo dall'entrata di avenue Montaigne, si incontrano dapprima l'area destinata agli accessori, per proseguire con le proposte da giorno e terminare con la sera, sul lato di rue Jean Goujon. A fare da raccordo un lungo corridoio, mentre zone ad hoc sono state pensate per gli abiti da cocktail e i complementi della collezione di alta moda.

 

Ogni ambiente è caratterizzato da colori e materiali differenti (blu petrolio, grigio argento, verde militare, grigio con sfumature dorate e marmo, granito, onice e quarzo), mentre i mobili, in legno con nervature argento o cromate, sono completati da tappezzerie e rivestimenti nella stessa gamma cromatica di pareti e soffitti.

 

Ieri, dopo la passerella di Giorgio Armani Privé (all'insegna di un raffinato mix tra etnico e contemporaneo, per "regine" moderne con tanto di piccolo scettro da infilare nella cintura), tutte le celebrity in prima fila allo show sono migrate nel negozio a festeggiare lo stilista: c'erano, tra le altre, Uma Thurman, Isabelle Huppert, Hilary Swank, Livia Firth e Claudia Cardinale. Al centro, naturalmente, Armani, che ha dichiarato: "Avenue Montaigne è una delle mete dello shopping di lusso più prestigiose al mondo, oltre a rappresentare un meraviglioso simbolo dell'architettura storica europea. Qui regna un'atmosfera di sofisticatezza ed eleganza". A chi gli chiedeva se secondo lui le francesi sono più eleganti delle italiane, ha risposto: "No, assolutamente no, anzi. Non è una questione di persone, è la grandeur di Parigi a non avere rivali".

 

Nel Paese d'oltralpe sono tre le vetrine Giorgio Armani e quattro gli Emporio Armani, mentre Armani Collezioni, Armani/Casa ed Emporio Armani/Caffè possono contare su un avamposto ciascuno.

 

stats