I Trend Uomo A-I 2017/2018 secondo i top buyer

Kiyohiko Takada (Isetan-Mitsukoshi): «A Milano vorrei vedere più proposte di nuovi stilisti»

Secondo Kiyohiko Takada, menswear fashion director di Isetan-Mitsukoshi a Tokyo, dominerà per il prossimo inverno «l’interpretazione moderna del punk nell’ambito casualwear», mentre nel formalwear «l’ispirazione sarà “vintage-tailoring”, con in primo piano abiti a doppio petto  o tre pezzi,  in tweed e tessuti inglesi dal gusto rétro». 

 

«Per la prossima stagione fredda - precisa Takada a fashionmagazine.it - aumenteremo l’offerta di proposte high-fashion con influenze sportive per  la nostra  clientela particolarmente amante della moda».

 

«Per tutti coloro che sono più sensibili alla sostenibilità - aggiunge - investiremo su capi quotidiani di elevato design. Sul fronte dell’e-commerce punteremo sull’inserimento di nuovi item e di categorie lifestyle».

 

Takada precisa anche che i budget si manterranno complessivamente stabili, «anche se aumenteremo i quantitativi della nostra private label, prodotta in parte in Italia, in parte in Giappone». 

 

Questo autunno-inverno nella nota catena di department store nipponici i best seller nel menswear - tra proposte luxury, formalwear e sportswear - sono Saint Laurent, Stone IslandL.B.M. 1991,  marchio che fa capo all’italiana Lubiam.

 

«All’interno della nostra offerta di accessori - spiega il top buyer - hanno prevalso le calzature, a partire dallo storico brand inglese Crockett & Jones. Il modello  più venduto le derby in camoscio con dettagli British, come la tipica punta a coda di rondine».

 

Alla vigilia di Milano Moda Uomo, Takada esprime un desiderio: «Vorrei vedere più proposte fresche di nuovi stilisti».

 

stats