INIZIATIVE DIGITALI

British Fashion Council: una piattaforma con Google per esplorare la moda inglese

Dalla collaborazione tra il British Fashion Council (BFC) e Google nascerà una nuova piattaforma digitale (g.co/britishfashion) che valorizzerà la creatività, l’heritage e l’artigianalità della moda inglese.

 

Il progetto è supportato dalla Education Foundation del BFC e ha l’obiettivo di attrarre i futuri talenti della moda, attraverso l’accesso gratuito a contenuti e storie relative a top designer e insider della moda d’Oltremanica.

 

I visitatori di g.co/britishfashion potranno conoscere giganti della moda inglese come Burberry e Vivienne Westwood, grazie a prodotti digitali particolarmente curati. Più di mille item da esplorare, inclusi oltre 20 mostre multimediali, 25 video e tre esperienze di realtà virtuale: tutto sarà disponibile a chiunque nel mondo da desktop, laptop e mobile.

 

Tra gli highlight di questa piattaforma l’immagine in altissima risoluzione di un abito haute couture della collezione spring-summer 2017 di Alexander McQueen, con la possibilità di zoomare e di cogliere dettagli mai visti prima e un video che mostra l’ispirazione; Manolo Blahnik al lavoro nel suo atelier di Londra; contenuti su icone come Burberry, Browns, David Bailey, Edward Enninful, Erdem, i-D, J.W. Anderson, Michael Howells, Naomi Campbell, Paul Smith, Stella McCartney e Vivienne Westwood. Senza tralasciare i campioni dell’artigianalità inglese Harris Tweed Hebrides, John Lobb, Lochcarron Tartan e la Royal School di Needlework.

 

Alcuni video di realtà aumentata sono stati diretti da Sarah Mower, critico di Vogue America e ambassador del BFC per i talenti emergenti: si tratta di faccia a faccia con protagonisti dell’industria della moda che condividono momenti personali e toccanti della loro carriera. Usando Google Cardboard o su YouTube tramite un video a 360 gradi, gli utenti possono entrare in contatto ravvicinato con la super top Naomi Campbell, la designer e imprenditrice Anya Hindmarch, il direttore creativo Edward Enninful e la fondatrice e presidente onoraria di Browns, Joan Burstein.

 

Per il lancio di questa iniziativa, Paul Smith ha disegnato una speciale edizione di Google Cardboard e creato una mostra online su cinque oggetti rappresentativi della sua visione stilistica  e del suo brand. In vista inoltre della settimana della moda uomo di Londra di gennaio il sito avrà una più spinta connotazione al maschile, presentando contenuti relativi a Dylan Jones, Jim Chapman e Nick Knight.

 

 

stats