Inaugurazioni

Fondazione Fila Museum cambia format e diventa una "fabbrica immaginaria"

Un evento speciale ha festeggiato il nuovo allestimento della Fondazione Fila Museum a Biella: un cammino nella fabbrica e nella storia di un brand partito dal Piemonte nel 1911 e approdato in tutto il mondo. Special guest, Jury Chechi e Andrea Lucchetta.

 

Nata nel 2010, la Fondazione Fila Museum ha sede a Biella, in via dei Seminari 4. Da oggi cambia volto, grazie al progetto di CReA Laboratori d'Interno, che consente ai visitatori di rivivere il marchio e i suoi punti di forza dagli inizi a oggi, attraverso un itinerario esperienziale, all'interno di una fabbrica immaginaria. Obiettivo, dare enfasi al processo produttivo, partendo dall'idea per arrivare al prodotto finale.

 

Divisa in due aree, il cortile e la fabbrica, la Fondazione è percorsa dal filo conduttore dell'innovazione, che fin dagli inizi ha contraddistinto le tappe del marchio, e che ha portato a importanti sviluppi a llivello di materiali, design, ricerca dei dettagli e delle soluzioni.

 

A partire dalle prime magliette indossate da Adriano Panatta e Björn Borg, per proseguire con i capi di Reinhold Messner, le tute di Alberto Tomba, i giubbotti di Ingemar Stenmark, gli indumenti di Giovanni Soldini durante la traversata atlantica in solitaria, a bordo del 60 piedi Fila, le scarpe dei campioni di basket degli anni Novanta.

 

Una folla di atleti che hanno fatto la storia dello sport mondiale, accompagnati nel loro itinerario dalle creazioni di Fila, marchio dal 2007 di proprietà dell'imprenditore coreano Gene Yoon.

 

«Siamo fieri di presentare il percorso che Fila ha fatto in 100 anni - ha spiegato Marco Negri, vice presidente della Fondazione Fila Museum -. Nel 2014 abbiamo presentato il libro The Fila Story, che racconta l’avventura imprenditoriale dell'azienda. Oggi, grazie a questo allestimento, possiamo camminare dentro la storia, all’interno della fabbrica, sfiorando i primi prototipi di maglietta che hanno cambiato il modo di vestire di intere generazioni di atleti».

 

Presenti all'evento di inaugurazione gli special guest Jury Chechi e Andrea Lucchetta: due protagonisti del mondo sportivo internazionale, che da quest'anno rivestono il ruolo di ambasciatorid della Fondazione.

 

stats