MILANO MODA UOMO

Bottega Veneta: lo stato puro di Tomas Maier

Bottega Veneta ha presentato la sua collezione dedicata alla moda maschile e l’ha fatto con una collezione che trae la sua ispirazione dal taglio dell’abito e dalla potenzialità espressiva dei tessuti.

 

«Mi sono concentrato su qualcosa che fosse lineare ed essenziale - spiega Tomas Maier -. È un cambiamento rispetto all’approccio sportivo che abbiamo avuto finora. Volevo sperimentare qualcosa di molto elegante, molto raffinato».

 

Con questa affermazione il direttore creativo propone una collezione sviluppata sul doppiopetto, che offre la migliore silhouette quando è chiuso o aperto bordo a bordo, dando l'allure di un abito.

 

Le giacche di lana agugliata e i cappotti, che risultano semplici al primo sguardo, sono tecnicamente complessi, con motivi a quadri di differenti misure, unite tutte in una singola stampa.

 

Il pantalone è preciso, non troppo basso e non troppo alto, con la gamba dritta fino in fondo, per rimettere ordine nell'insieme della visione estetica.

 

Tutto si traduce in una pulizia di linee, volumi e anche effetti per costruire, sempre secondo Maier, «l'immagine diun uomo calmo e sicuro di sé: consapevole di tutto ciò che fa. Non ci sono trucchi, nulla è ostentato. È discreto ma molto speciale».

 

Molto speciale, appunto, è una moda che si fa portatrice di un’estetica di lusso autentico, lontano da scintillii chiassosi e glamour eclatante, in nome di un’ideale di bellezza sobria e pacata, ma non per questo meno preziosa e raffinata.

 

stats