MILANO MODA UOMO

Fendi: lusso senza compromessi

Tutto è prezioso in casa Fendi, che a Milano ha portato in passerella una collezione più vicina ai canoni della modernità che a quelli del prêt-à-porter. Quello presentato ieri, 19 giugno, è un lusso senza compromessi, totalmente made in Italy, che non rinuncia all'appariscenza.

 

Materiali diversi ma assolutamente preziosi, come la giacca corta in pelliccia con logo sul taschino, suede, si combinano ad arte, l'uno sull'altro. I diversi livelli, oversize nella fattezza, sono segnati dagli accessori, come una cintura o bretelle che delineano la vita.

 

Poca maglieria, poiché si opta per indumenti più importanti come la giacca dalle linee pulite e sartoriali, abbinati a pantaloncini stile bermuda. In pedana comunque abiti classici da ufficio, in pieno mood nouveau riche dal gusto naÏf, ma con una tendenza sportswear.

 

Gli accessori rimangono un punto di forza della maison. La pelle monocolore è grande protagonista, arricchita a volte da dettagli policromatici. Interessanti le borse reversibili di nylon e la Peekaboo, che diventa Mini Peekaboo. Le dimensioni sono generose e la borsa va tenuta in mano.

 

Nell'ottica di mixare le diverse attitudini dell’uomo contemporaneo, Fendi gioca anche con il footwear, come nei mocassini che però sono sandali, che si reggono al tallone con fettucce.

 

Da notare la collaborazione della griffe con la pittrice britannica Sue Tilley, già nota per essere stata la modella di Lucian Freud e amica del performer Leigh Bowery, che poggia qui e là su abiti e accessori oggetti di uso quotidiano, per raccontare un uomo day by day: olive di un Martini dry, bucce di banana come avanzo di uno spuntino di mezza giornata, tazze di tè e caffè caldi, le lampade da tavolo su una scrivania.

 

Una collezione che racconta la settimana di un uomo tra ufficio e affetti, sognando il weekend.

 

stats